La bella stagione

E’ arrivata anche qui, in anticipo rispetto ad ogni previsione, prima di quanto lo avessimo pianificato.

E’ arrivato la primavera, e sono arrivati 2 lavori. Anzi 3 se consideriamo che anche l’asilo per Memi in questa fase della sua vita è un piccolo grande impegno quotidiano.

IMG_9722[1]

Sono giorni di sole, di temperature miti, di piumini riposti nell’armadio e di prime corse al parco. Sono giorni di schedule piuttosto complesse, di treni persi e pedalate veloci, di orari da rispettare, recuperi pomeridiani dello gnomo e routine un po’ sballate.

Fino a qualche giorno eravamo nella waiting list di questa nuova vita, un po’ in attesa, un po’ turisti, un po’ impavidi. Da lunedì siamo definitivamente entrati con entrambi i piedi nella fase del reale, del “no no niente cartoni dobbiamo correre a scuola”, delle telefonate al tax advisor, dei contratti firmati e dei badge con il nostro nome.

Il libero pensatore ogni giorno si scapicolla a Den Haag, inforca la bici e se ne corre alla stazione di Amsterdam Zuid dove lo attende il suo treno. E’ concentrato, così concentrato che di notte si sveglia con idee che non possono attendere il mattino per essere appuntate da qualche parte. Sta lavorando anche sul suo nuovo look da ufficio, quindi mi ritrovo con un compagno di avventura con la testa zeppa di pensieri meravigliosi e pure decisamente fascinoso con il suo urban style shabby chic. Ehi ragazzo, parlo con te, ho una cosa da dirti: sono orgogliosa senza limite di ciò che sei riuscito ad ottenere, di ciò che stai facendo, di come hai affrontato tutto questo tempo senza perdere la fiducia. Sono orgogliosa senza limite perchè ho sempre saputo che eri oro e diamanti insieme, e finalmente qui che di diamanti se ne intendono stai raccogliendo i successi che meriti.

Memi giramondo si sta lentamente trasformando in Memi poliglotta grazie all’iscrizione decisamente rapida e improvvisa al De Witte Vlinder, un nido olandese. Nonostante la scuola si trovi a ben 50m di distanza da casa nostra, i primi giorni quei pochi passi si sono rivelati più complessi di un trekking in Nepal. Pianti, lacrime e disperazione concentrati in 5 minuti di follia iniziale, superati i quali il nanerottolo ha poi sempre affrontato serenamente la sua giornata. Io lo guardo e a volte mi chiedo come un esserino così piccolo possa dimostrare tanto spirito di adattamento: considerando che le maestre parlano in olandese e lui non lo capisce, che tutta la pratica dell’inserimento tanto delicata in Italia qui si è risolta in ben 10 minuti di tour e “Ok mamma , vai, passalo a prendere fra 5 ore”, che ieri l’ho trovato che dormiva su una coperta per terra perchè “qui i bambini scelgono loro dove fare il riposino e a Memi ha voluto sdraiarsi sul blanket“… beh, io rimango stupita e me lo guardo come se fosse un piccolo alieno, in perenne equilibrio tra l’essere super fiera di lui e il sentirmi un po’ una merda per tutte le prove a cui lo sto sottoponendo. Sta imparando le prime parole in olandese e in inglese, ora per ringraziare dice dankjewel e per salutare bye bye. Ieri mi ha detto “Io sono figo”, come fare a dargli torto? Questa mattina è stato bravissimo, al momento di salutarci ha tirato fuori un po’ di broncetto ma poi mi ha detto “Bye bye mamma” e mi ha stampato un bacio sulla bocca. Io mi sono sciolta e ho pensato che forse, quando avrà smesso di pensare che gli stiamo rendendo la vita un po’ troppo difficile per essere solo un duenne, sarà felice di aver imparato a capire quanta forza c’è in lui.

Io, nel frattempo, ho trovato un lavoretto niente-di-che-ma-da-qualche-dovrò-pure-iniziare e mi farò su e già con un bus per accompagnare i turisti a Keukenhof.

Ad Amsterdam è arrivata la bella stagione, stanno fiorendo i tulipani e con loro anche i nostri progetti.

 

Annunci

4 thoughts on “La bella stagione

  1. Wow che belle notizie, Dai! Anche Cookie ci lascia spesso senza fiato, specie ora che esce dalla porta dicendo “a tout a l’heure papà”. Sono dei prodigi e sono sicuro che non pensano che gli stiamo rendendo la vita un po’ troppo difficile, stai tranquilla! Altrimenti non saltellerebbero da una parte all’altra stampando baci sulla bocca. Comunicazione di servizio: noi stiamo pianificando il prossimo weekend a Rotterdam… tu lavori?

    S.

  2. Le avventure di Cookie mi consolano, dovrebbero avere la stessa età più o meno lui e il nostro gnomo vero? Speriamo bene dai, questa mattina lui e Luca si sono inventati un gioco che sia chiama “missione nido”: vince chi entra alla nursery senza piangere… e con un pinguino sotto il braccio! Prossimo weekend lavoro sabato ma non domenica, fateci sapere i vostri spostamenti che magari riusciamo ad incrociarci :-)

  3. Ti ho mandato una mail immaginando il tuo indirizzo, ma ti scrivo comunque qui… Cookie fa 2 anni tra 10 giorni, quanto a noi, viste diverse defezioni ci stiamo orientando verso Amsterdam: ci vediamo? rispondimi via mail.

    S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...