Meglio investire in viaggi che in analista

Scrivo a parte poche righe sulla situazione tragica che si è palesata in Egitto proprio poche ore dopo il nostro arrivo. Scrivo qui perché i miei post sono tendenzialmente molto ironici e in questo caso c’è poco da ridere. Premessa: a Sharm, nonostante il coprifuoco e il suggerimento di non uscire dai villaggi, non abbiamo mai percepito alcun sentore di pericolo. Il Cairo era lontano anni luce dall’atmosfera serena e cordiale che abbiamo respirato durante la vacanza. Il pensiero che però a 750km da noi centinaia di persone stavano morendo ovviamente ci ha accompagnati durante le nostre giornate. Non mi sento in colpa a dirvi che, sinceramente, mi sono imposta di non pensarci troppo perché volevo trascorrere dei giorni felici con la mia famiglia. Ma lo sapevamo, e dentro di noi quell’ombra c’era. Un proverbio africano dice: quando gli elefanti combattono, è sempre l’erba a rimanere schiacciata. In Egitto sta succedendo proprio così.

La settimana scorsa ero esaurita, tesa e pure con le scatole vagamente girate. Allora il libero pensatore è accorso in mio aiuto e mi ha salvata. Questa la cronistoria di 4 giorni di vacanza un po’ fuori dalle righe.

Martedì 13 agosto

Che mattina di schifo: in ufficio sono riusciti a farmi sclerare, piangere, sbuffare e pure dire diverse parolacce in tutte le lingue che conosco (latino incluso). Ore 12.00, sai che c’è? Io vado a casa e ciao core! Il capo autorizza 3 giorni di ferie non preventivati e io me la telo a velocità della luca a casa, dove mi attendono uno gnomo che fa la nanna e il libero pensatore che si sta procacciando del cibo.

Io: “Amore, mi sono presa qualche giorno di ferie”

Lui: “Eh, bello, hai fatto bene! Così stiamo un po’ insieme noi 3”

Io: “Cosa facciamo? Vuoi che facciamo qualcosa di bello e speciale? Vuoiiiiii?????”

Lui: “Ok… tipo cosa?”

Io: “Tipo… boh!”

Lui: “Amore…”

Io: “Siiiii….”

Lui: “Quando il piccolo si sveglia andiamo da Manuela in agenzia viaggi e vediamo se ha qualche lastminute?”

Io: “Vedi perché ti ho sposato? Perché sei bello e pure geniale”

Ore 15.00, varchiamo la soglia della nostra agenzia del cuore. Ore 16.00, ne usciamo con in tasca il mio personalissimo Prozac: un bel pacchetto 4 giorni/3 notte al mare. Destinazione: Sharm El Sheik.

Ore 18.30 abbiamo già messo le marche da bollo nuove sui passaporti, recuperato le medicine in caso di emergenza per Memi, comprato i braccioli, organizzato il passaggio fino all’aeroporto di Bergamo. Non ci resta che fare le valigie che domani si parte.

Mercoledì 14 agosto

Dal momento che il nostro volo parte alle 8.00 – da Bergamo – la sveglia suona alle 4.30. Tabella di marcia:

  • Ci prepariamo noi
  • Svegliamo lo gnomo
  • Arriviamo a Brescia a recuperare il nonno che ci accompagnerà in aeroporto (5.30)
  • Approdiamo ad Orio al Serio (6.00)

Tutto fila liscio come la crema solare sulle chiappette di un bambino, e alle 5.58 siamo già in fila per il check-in. Probabilmente ci devono essere dei saldi imperdibili in qualche gate perché la hall delle partenze è strapiena di gente. Vabbè, è la vigilia di Ferragosto, mica potevamo pensare di essere gli unici geni a partire no?

Comunque, check-in… fatto! Primo controllo bagagli… fatto! Secondo controllo passaporti… fatto! Cambio pannolino… fatto! Siamo pronti per partire, yuuuuhhhhh

Il volo di andata è operato da una compagnai sconosciuta di cui ho già rimosso il nome. Dico solo che le hostess erano in jeans… Oltre che low cost, pure low profile! Machecefrega… tanto ora Memino si addormenterà e noi con lui, e ci sveglieremo a Sharm.

Mmmm, si, ora Memino si addormenta dai (è in piedi dalle 4.45, deve dormire per forza).

Mmmmm, siamo in viaggio da 1h, vedrai che ora si addormenta (sta pulendo i finestrini con una salvietta, ma ormai sono lucidi da specchiarcisi, ora crolla).

Mmmmmmmmm, stiamo volando da 2h, adesso sicuro sviene (‘azz, ci hanno appena portato il cibo, quando vede roba da mangiare Memi col cavolo lesso che dorme).

Mmmmmmmmmmmmmmmm, ok, sono passate 2h 30m dal decollo, che vogliamo fare con ‘sta nanna?

…..

…..

Satollo e fiero di avere igienizzato il velivolo, lo gnomo finalmente si è arreso e ci regala un’ora e mezza di riposo famigliare. Piuttosto che niente, meglio piuttosto.

IMG_4918

IMG_4917

IMG_4916

Certo che la vita è davvero imprevedibile: ieri ero in ufficio che davo di matto, questa mattina ero a Bergamo e alle 15.00 sono già atterrata a Sharm, arrivata in hotel e mi sto spalmando il primo strato di crema solare protezione 50…. 24h e le prospettive possono diventare molto, molto diverse!

Memi a Sharm

IMG_8312

IMG_8295

Giovedì 15 agosto

Abbiamo evitato con cura di imbatterci in qualsiasi attività-festeggiamento-ballo di gruppo-torneo in spiaggia-amicizia da ombrellone che ci costringesse a festeggiare il Ferragosto. Essendo confinati all’interno del villaggio più grande e popoloso dell’intero Mar Rosso (Domina Coral Bay) devo ammettere che l’impresa è stata dura. Ma ce la siamo cavata e siamo riusciti ad essere poco socievoli anche questa volta.

Io non ho niente contro le amicizie vacanziere per carità (abbiamo conosciuto 2 coppie di ragazzi napoletani deliziosi infatti, e con loro abbiamo fatto piacevoli chiacchierate in ammollo), ma né io né il libero pensatore siamo fan dell’abbordaggio forzoso dei vicini di sdraio. Ecco, siamo piuttosto appassionati seguaci della filosofia “facciamoci i cavolacci nostri”.

Il Ferragosto ci ha colpiti solo di striscio, nel senso che nella nostra spiaggetta remota è arrivato il campionato di freccette e ci siamo sorbito 30 minuti di urla e schiamazzi. Poteva andare peggio, e la formula all inclusive con rum&cola a tutte le ore serve alla fine fondamentalmente per questi momenti.

Memi e papà

IMG_8294

IMG_8386

Venerdì 16 agosto

Vista la durata mordi&fuggi di questa vacanza, siamo stati costretti ad un piano di attacco sul fronte tintarella: in spiaggia alle 9, breve sosta per il pranzo, e poi in spiaggia di nuovo fino alle 18.30. E non appena lo gnomo si addormenta, decidiamo di ricorrere alle tecniche da professionisti: sdraiette in acqua e dajene di abbronzatura.

Memi si sta dimostrando oggettivamente figlio degno di cotanti genitori: sono 2 giorni che praticamente vive in acqua, rimane in immersione tipo 2-3 ore consecutive, nuota con i braccioli, rincorre i pesci o semplicemente cazzeggia in mare. Honey, you’re such a good boy!!!!

Ovviamente, sempre per evitare di confondersi tra la folla, Memi ha deliziato tutti a cena con una performance musicale. Capacità dello gnomo di stare fermo: zero assoluto. In nomen omen, e non aggiungo altro.

IMG_8428

IMG_8350

IMG_4915

Memi suonatore

Sabato 17 giugno

Ecco, già arrivati a fine vacanza, uff! Ultima giornata di mare e poi alle 22.00 filiamo dritti dritti sull’aereo. Ma alla fine va bene così: ci siamo fatti 4 giorni di mare e soprattutto abbiamo avuto un po’ di tempo per noi 3. Potevo staccare un assegno all’analista, oppure strisciare la carta in agenzia di viaggi. Non ho dubbi sul fatto di avere fatto la scelta giusta. E poi tanto novembre è vicino, e lì si che ci diamo dentro… Stay tuned!

PS. Trovate il racconto “serio” del nostro viaggio anche su Bimbi e Viaggi

IMG_8424

IMG_8318

IMG_8348

Annunci

5 thoughts on “Meglio investire in viaggi che in analista

  1. Come sono d’accordo!!!! ma come sono d’accordo!!!!
    Io devo dire la verita’ proprio non sarei riuscita a stare li in vacanza sapendo cio’ che succedeva fuori, ma ammetto sia un mio problema. Ogni volta che succedono queste cose penso al film The Beach…e non e’ una bella cosa!
    Cmq, bando alle ciance, veniamo alle cose importanti:
    anche noi stiamo cercando di organizzare qualcosa per Novembre….qualche suggerimento?
    Non sembra ma ti leggo sempre.
    Un abbraccio

    Enrica

    • In realtà noi tutto pensavamo fuorché che la situazione precipitasse in quel modo. Una volta lì, poco altro si poteva fare se non godersi il luogo e contribuire nel nostro piccolo a far andare avanti un’economia fondamentale per l’Egitto.
      Detto questo… che tipo di vacanza avete in mente a novembre? vicini o lontani? quanto tempo? intanto se vuoi dai un’occhiata al blog della mia amica Milly http://www.bimbieviaggi.com
      Lo so che mi segui, grazie Enrica!!!!

  2. Pingback: Mar Rosso con bambino in formula weekend? Yes we can!

  3. Pingback: Mar Rosso con bambino in formula weekend? Yes we can!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...