Elogio al pioniere

Il fatto di non fare le ferie nei periodi in cui le fanno tutti ci garantisce da anni una serie di vantaggi:

  1. mettiamo le chiappe al sole quando il resto del mondo è chiuso a lavorare in ufficio
  2. sfoggiamo abbronzature da invidia quando il colore degli altri essere umani varia dal grigio al giallo con sprazzi di spaventoso pallore
  3. scappiamo in località tropicali pagando le stesse cifre che in agosto ci basterebbero a fatica per fare 15 giorni a Rosolina mare

A fronte di questi aspetti positivi, dobbiamo pagare lo scotto di un piccolo, irrisorio, minuscolo particolare: ci spariamo una full immersion estiva in città! Che uno poi a maggio pensa “Oh yeahhhh! Quest’estate usciamo un sacco, facciamo cose, vediamo gente, organizziamo aperitivi” e ti senti pronto ad affrontare 3 mesi di vita sociale sfrenata in pianura. Poi arrivi a luglio che dici “Orco il pepe (cit.), ‘sto giro moriamo di caldo prima di arrivare a settembre” e aggiungi una serie di parole irripetibili che le tenere orecchie di uno gnomo che sta iniziando a parlare non dovrebbero sentire. Perché con la cappa che c’è, ‘ndo vai???? Uscire all’aperto dalle 10 alle 18 significa tentare il suicidio, stare in casa significa sprangare tutto e chiudere ogni pertugio manco stessero per arrivare gli alieni (e non solo quindi sei barricato al caldo, ma pure al buio).

Tutte le estati si schiatta dall’afa, e tutti gli anni mi dimentico (fortunatamente) di quanto si impazzisca con queste temperature.

Questa volta, giusto per dare un po’ di brio alle nostre vite, c’è anche una nuova variabile che surriscalda maggiormente il mese di agosto: la gestione indoor di Memino! Io sono in ufficio, quindi sono una donna salva. Ma il libero pensatore no, lui affronta quotidianamente questa sfida con coraggio e temerarietà. Tutti i giorni, tutto il giorno.

Questo post è dedicato quindi a Luca, che si sta rivelando un papà super figo e decisamente pioniere. Perché non solo si spara ore e ore no stop di Memi (che è adorabile ma tende a esaurirti), ma perché ogni giorno si inventa attività di ogni tipo per intrattenerlo e farlo divertire.

Libero pensatore, ti sei ufficialmente guadagnato il titolo di “pioniere”…. e il fatto che Memi ti stia appiccicato come una cozza allo scoglio e ripeta la parola “papà” un miliardo di volte al giorno significa proprio che gli stai regalando il meglio di te.

Ah, giusto per la cronaca, ecco cosa combinano i maschi di casa in questi giorni….

IMG_4660

IMG_4661

IMG_4662

Annunci

2 thoughts on “Elogio al pioniere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...