Caro blog ti scrivo….

Sono probabilmente la blogger più disorganizzata dell’ultimo millennio, l’award “Dazed & Confused 2013” non me lo toglie nessuno.

Problema n. 1: sono settimane che non riesco a scrivere nulla. Le motivazioni sono tante, tipo: mancanza di tempo, latitanza dell’ispirazione, Memi che se vedi il laptop aperto impazzisce e ci si lancia sopra colpendo alla rinfusa tasti con tutte e 10 le dita a disposizione e rendendo impossibile qualsiasi attività. Mi ci vorrebbe un tablet, una cosetta piccola che non appena sento passetti di piedini cicciotti in arrivo posso nascondere sotto la maglietta simulando addominali d’acciaio (anche perché rimango convinta di essere nata senza la fascia addominale, mi manca proprio, altrimenti non si giustifica il fatto che io non l’abbia mai vista negli ultimi 34 anni).

Problema n.2: volevo scrivere un blog di viaggi e invece ho già perso la bussola e ci sto infilando dentro un fritto misto di contenuti che lo rendono assolutamente privo di un filo conduttore ma che – ammettiamolo – proprio per questo mi rappresenta in maniera pericolosamente veritiera.

keep-calm-and-blog-on
Detto questo, dedicherò il post al veloce riassunto delle puntate precedenti.

  • Per gli appassionati della nostre avventure quotidiane con SKY, buone notizie: funziona ancora tutto, il decoder è integro pur essendo a portata di manine e Memi – che si ostina a non comunicare in italiano – ha inserito nel suo vocabolario i termini “bubbles”, “deliciuos” e una specie di “thank you” che ricorda vagamente la pronuncia di Biscardi ai tempi d’oro. Che dire? O(h)M(y)G(od)! Rimango del parere che comunque SKY sia una mezza ciofeca, continua ad avere un posto nella nostra vita solo per il discorso dei programmi in lingua, altrimenti sarebbe già stato tornato al mittente
  • Ho concluso il mio corso dedicato al “Working Abroad”: super interessante, mi sono chiarita un sacco di dubbi e mi sono resa definitivamente conto che cercare lavoro… è un lavoro!!! Al di là di un primo momento di sconforto (tante tante cose da fare), ora siamo carichi come le molle e io e Luca abbiamo dato vita ad un vero e proprio team super affiatato con tanto di co-working virtuale a mezzo Skype. Quindi, keep calm and never give up!
  • Venerdì finalmente si parte per Amsterdam, in versione adults only. Nano affidato alle amorevoli cure dei nonni, genitori in missione perlustrazione di una delle città papabili per il nostro sempre più prossimo trasferimento… Piccolissimo particolare, ad organizzazione siamo messi malissimo: abbiamo letto 3 pagine su 300 della nostra bella guida, dobbiamo ancora decidere cosa fare, dove andare, che vedere. Insomma, classico viaggio alla zozzona.
    Domandona del giorno per chi sta leggendo questo post… Mai stati ad Amsterdam? Any tips? Mi serve un bignamino sulla città, se avete suggerimenti e consigli sono super-stra-mega ben accetti!

Nota per mio fratello: zero barrati, giusto per fartelo notare!!!!

Annunci

6 thoughts on “Caro blog ti scrivo….

  1. é incredibile… riusciresti a sollevare la giornata anche ad un coccodrillo!!!! mai pensato di fare la monologhista a zelig? Credo avresti lo STENDINGOVERSCIOOO ad ogni monologo!!! ci state alla grande!!!

  2. Oddioddio, Biscardi ai tempi d’oro, i tuoi post mi fanno sbragare :-)))) Come cartoni per bambini piccoli mi piace Maisy Mouse, si dovrebbe trovare in Youtube. A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...